Ultime News

sabato 1 marzo 2014

Gli Arabi contro il video Dark Horse di Katy Perry, accusato di blasfemia

Il video di Dark Horse, terzo singolo di Katy Perry, è stato lanciato pochi giorni fa ed ha subito conquistato il web.
Alcune scene però hanno attirato le critiche degli arabi, motivo per cui Shahzad Iqbal ha pubblicato su facebook il seguente messaggio:


“Al minuto 1:15 del video Dark Horse, viene mostrato un uomo che viene bruciato, mentre indossa un ciondolo (anche esso arso) che forma la parola ‘ Allah’ , che è la parola araba per Dio. Questo va a dimostrare che la bestemmia è chiaramente espresso nel video, dal momento in cui Katy Perry (che sembra rappresentare un’opposizione di Dio) avvolge il credente e la parola di Dio tra le fiamme”


“Questa è la ragione per la presentazione della petizione, in modo che le persone provenienti da differenti percorsi di vita, diverse religioni e da differenti parti del mondo concordino sul fatto che il video promuove la bestemmia, utilizzando il nome di Dio con cattivo gusto. Ciò sarebbe considerato inappropriato in qualsiasi religione”
Una scena ritenuta blasfema e che ha portato alla raccolta di numerose firme; superate le 60.000 il team di Katy Perry ha ben deciso di levare la scena incriminata così come ha fatto sapere Katy:

“Ragazzi, sono entusiasta di farvi sapere il nome di Allah è stato rimosso dal video ‘ Dark Horse ‘. Non avremmo potuto farlo senza il sostegno di tutti voi, quindi ringrazio ciascuno di voi profondamente. Le nostre voci sono state ascoltate! Dio vi benedica tutti”


Nessun commento:

Posta un commento