Ultime News

giovedì 3 aprile 2014

Le vendite della settimana: Frozen da record batte anche Shakira

Frozen non è soltanto il film animato ad avere incassato di più nella storia del cinema, battendo anche Toy Story 3 andando sopra il miliardo di dollari, ma in queste settimane sta facendo sfracelli anche la colonna sonora.

Trainata da un brano, Let It Go, cantato e ricantato da tutti e in tutte le lingue, Frozen The Soundtrack sta vendendo veramente tantissime copie tanto da passare l'ottava settimana in cima alla classifica album americana. Un record per una colonna sonora che risulta per adesso l'album più venduto del 2014., superando anche Beyoncè che ha venduto tantissimo nelle ultime settimane del 2013 ma che sta reggendo fino ad ora. Sono infatti più di 2 milioni le copie vendute da Frozen negli States, di cui 1.5 milioni nei mesi del 2014, per un totale mondiale che aumenta ogni settimana.


Si tratta del 20esimo album di sempre che riesce a passare 8 settimane in vetta, cosa che non accadeva dai tempi dell'incontrollabile exploit di Adele con 21, attuale detentrice del record di 24 settimane in prima posizione.

Negli ultimi sette giorni sono state smerciate altre 160.000 nei soli Stati Uniti, quasi il doppio della seconda classificata, Shakira, che debutta con un bottino discreto, 84.000 copie, meno del precedente She Wolf ma che mai si era arrampicata così in alto nella Billboard 200. Un risultato che quindi si può ritenere soddisfacente visto il periodo di magra delle vendite dei dischi, eccezioni come Frozen permettendo.

Segue Johnny Cash con "Out Among the Stars.", disco che contiene materiale registrato negli anni 80, che vende 54.000 copie.
Al quarto posto i Memphis May Fire segnano la loro migliore settimana di sempre con "Unconditional" che riesce a vendere 27.000 album.
Segue Pharrel Williams che resiste in top 10 con il suo G I R L, che nonostante il successo mondiale di Happy vende altre 25.000 per un bottino totale poco oltre le 200.000, un buon risultato ma de lui ci si aspettava molto di più.

Nessun commento:

Posta un commento