Ultime News

giovedì 15 maggio 2014

Russia vs. Conchita Wurst parte 2: La Russia si ritira dalle future edizioni dell' Eurovision Song Festival

Nuovo capitolo nella faida che vede da una parte il trans Conchita Wurst, vincitore dell' Eurovision Song Festival, e dall'altra la Russia di Putin.


Dopo aver parlato di come il governo russo si sia da subito posto contro la partecipazione della Wurst chiedendo anche di censurarne la messa in onda nel loro paese e anche di come allo stesso tempo il pubblico russo sia accorso numeroso a comprare il singolo della cantante in segno di protesta contro il regime dittatoriale di Putin, oggi arriva una nuova notizia a riguardo.


A quanto pare il governo russo, da sempre in prima linea quando c'è da dimostrare l'arretratezza di un paese che non ne vuole sapere di diritti civili e libertà, ha deciso che dal prossimo anno non ci sarà più nessun cantante russo all' Eurovision Song Festival.

Dopo la vittoria di Conchita Wurst, in contemporanea con i fischi alle cantanti russe in gara in questa edizione, "Vladimiro Putino" ha deciso che la Russia sarà fuori da una competizione ritenuta deviante e immorale ( ???? ).
Tutto sommato non vedo dove sia questa grande perdita per noi? soltanto un concorrente in meno per il cantante italiano del prossimo anno!

1 commento:

  1. sinceramente questo/a Conchita Wurst mi fà schifo solo a vederlo/a e spero altre nazioni prendano le distanze da manifestazioni dove non viene premiata la qualità ma solo la provocazione e la trasgressione.

    RispondiElimina