Ultime News

venerdì 4 settembre 2015

Happy B'day Queen Bee: 20 Best Songs - Beyoncé

In occasione del 34esimo anniversario della sua nascita, riproponiamo oggi le 20 migliori canzoni di Beyoncé Knowles..

20 best songs of beyonce

Beyoncé Knowles, un nome una certezza, difficile però da definire in poche righe quello che questa donna rappresenta per la musica moderna. Non è soltanto una cantante, e che cantante, ma una delle donne più belle del mondo, un'attrice, una modella, una madre, una donna d'affari. Forse, in questo caso la definizione di icona è quella che calza maggiormente a pennello. Non parliamo nemmeno di numeri puri, essendo Beyoncé la cantante dai maggiori guadagni dell'ultimo decennio, con un patrimonio che supera i 500 milioni di dollari, milioni di dischi, riconoscimenti ( Grammy Awards e via dicendo ) e record a non finire.


La carriera di Beyoncé è stata chiara fin dalla sua infanzia, lei stessa ha affermato che il canto è stato per lei più di una passione, una vera e propria ossessione. Certo, il fatto di essere la figlia di un manager discografico non è una fortuna che hanno in molti, ma non possiamo ridurre Beyoncé alla figlia di, sarebbe un errore enorme.
Parlando di Beyoncé non si può non parlare di talento: talento nel canto, nel ballo, nella padronanza del palco. Una donna che quando inizia uno spettacolo è inarrestabile, un vero e proprio punto di riferimento per tutte le colleghe. Trovare qualcuno che abbia qualcosa da ridire su di lei è un impresa ardua, soprattutto se a parlare sono esperti del settore.


Fin dagli inizi con le Destiny's Child, il caro Matthew Knowles è stato la mente manageriale dietro al successo planetario del gruppo, ma le stesse Destiny's Child trovarono il loro fulcro in Beyoncé. Non a caso ironicamente molti le consideravano come un'artista solista accompagnata da due coriste, senza togliere niente a Kelly Rowland e Michelle Williams.

La vera carriera di Beyoncé inizia però nel 2003, quando debuttò da solista vera e propria con Crazy In Love. In questa personale classifica abbiamo preso in considerazione soltanto i brani a partire da quel fatidico anno, quelli in cui l'artista è la sola Beyoncè, e non le Destiny's Child.

A partire da Dangerously In Love, il suo primo disco, Beyoncé non ha mai sbagliato una mossa, partendo dalla musica dal facile appiglio sulle masse, senza nulla levare alla qualità, evolvendosi nel tempo fino ad arrivare ai suoi ultimi due dischi ( 4 e Beyoncé ), due veri e propri capolavori, in cui a decidere tutto è stata lei, spinta soprattutto dall'amore per la musica.
Dai suoi 5 album ( B' Day e I Am Shasha Fierce il secondo ed il terzo in ordine di tempo ) sono stati estratti vari singoli di cui abbiamo scelto i 20 migliori per la classifica seguente. Abbiamo volutamente lasciato fuori i brani che non sono mai stati lanciati come singoli anche se proprio tra di essi si nascondono le perle della sua carriera, come "1+1" e "Rocket".



-20 Beautiful Liar feat. Shakira - Anno 2006 - Album: B' Day

Apriamo la classifica con il famoso duetto di Bee e Shakira in Beautiful Liar. Per lanciare la ri-edizione del suo secondo disco, Beyoncé si è giocata la carta del duetto con una delle cantanti più in voga del momento, Shakira. Il successo del brano è da attribuirsi all'immagine delle due più che alla qualità intrinseca dalla canzone. Il pezzo forte è sicuramente il video in cui le due cantanti giocano a sembrare l'un l'altra mentre ballano con i movimenti di bacino che solo due del loro livello riescono a fare.



-19 Pretty Hurts - Anno 2014 - Album: Beyoncé

La canzone che apre il visual album omonimo di Bee rientra a pieno titolo tra le venti migliori della cantante. Pretty Hurts è una ballata che canta degli stereotipi delle bellezza femminile il cui testo è un regalo di Sia.



-18 Broken-Hearted Girl - Anno 2009 - Album: I Am.. Sasha Fierce

Rimaniamo tra le ballate con Broken-Hearted Girl, uno dei tanti singoli di I Am.. Sasha Fierce. La canzone colpisce fin dal primo ascolto ma non fa emergere del tutto la personalità di Beyoncé, ricadendo nella media delle produzioni degli Stargate, per questo non è troppo alta in classifica.




-17 Partition - Anno 2014 - Album: Beyoncé

Parlando di fattore Bee non possiamo non citare Partition, uno dei brani sessualmente più spinti della discografia della cantante. Direttamente dal suo visual album arriva una canzone, ed un video, nati dall' ispirazione avuta dalla cantante in uno strip club parigino. Il video ci mostra un Beyoncé fiera di mostrare il proprio corpo di nuovo in forma dopo la gravidanza senza però ricadere nella volgarità come succede molto spesso nel mondo pop femminile di oggi.





-16 Dangerously In Love- Anno 2003 - Album: Dangerously In Love

La storia di questa canzone inizia con le Destiny's Child, ma visto che è cantata soltanto da Bee, finì nell'album di debutto che prese il nome proprio da questo brano. Come il titolo fa intendere l'argomento è l'amore, cantato attraverso una ballata dalle sfumature R'n'B e Soul.
La canzone si fece subito notare e permise a Beyoncé di vincere un Grammy Award come Best Female R&B Vocal Performance.

 


-15 Baby Boy - Anno 2003 - Album: Dangerously In Love

Uno dei maggiori successi di Bee in classifica è senza dubbio Baby Boy, il secondo singolo dall' album di debutto. La canzone è accompagnata dal rapper Sean Paul ed è rimasta prima in classifica per ben 9 settimane, non a caso è finita anche nella scaletta della storica esibizione al Super Bowl del 2013. Il succo del successo è il mix di generi, dall' R'n'B alla dance passando per le influenze della musica araba.



-14 I Was Here 
- Anno 2011 - Album: 4

I ritmi rallentano nuovamente con una delle ballate di 4, I Was Here. La canzone parla dell'importanza di lasciare il segno ed è diventato un inno per le imprese umanitarie, spinto dalle Nazioni Unite che hanno scelto Beyoncé come testimonial. Il video della canzone alterna le immagini dell' esibizione alla sede delle Nazioni Unite con quelle di atti umanitari. Una bellissima canzone per un bellissimo ideale!



-13 Single Ladies - Anno 2008 - Album: I Am.. Sasha Fierce

Forse il brano più iconico della carriera di Beyoncé fino ad ora, Single Ladies deve tutto il suo successo ad un video tanto semplice quanto geniale. In un periodo in cui la musica si stava spostando verso stravaganze ed eccessi, Bee se ne uscì con un video in bianco e nero in cui non fa altro che ballare, accompagnata da due ballerine, dall'inizio fino alla fine. E tormentone fu...



-12 Drunk In Love 
- Anno 2013 - Album: Beyoncé

I coniugi Carter sono ubriachi d'amore e lo cantano a gran voce nel duetto Drunk In Love. La canzone prende e ti conquista in un modo travolgente rimanendo però in un'atmosfera quasi intima, a cantarla sono marito e moglie! Jay-Z porta quel poco di Hip Hop che basta e avanza per rendere unico questo pezzo. 



-11 Me, Myself and I 
 - Anno 2003 - Album: Dangerously In Love

Una piccola perla di R'n'B direttamente dal primo disco, "Me Myself and I" ci mostra un lato diverso di Beyoncé, che non ha bisogno di tirare fuori la potenza vocale per rendere unica una canzone. D'effetto anche il video, in cui il tempo scorre nel verso contrario.



-10 Run The World ( Girls ) 
- Anno 2011 - Album: 4

Entriamo in top 10 con una canzone che all'uscita non è stata capita dal pubblico ma che mostra il lato più tribale, selvaggio e femminista di Bee. Run The World ( Girls ) è musicalmente molto interessante facendo largo uso di tamburi e infondendo in chi l'ascolta una grande grinta. L'unica pezza potrebbe essere il ritornello un po' ripetitivo ma tutto passa in secondo piano davanti ad un video così spettacolare.



-9 Naughty Girl - Anno 2003 - Album: Dangerously In Love

Direttamente dall'album di debutto arriva un altro brano in cui Beyoncé mostra il suo lato più sexy. Con Naughty Girl Bee chiede in prestito a Donna Summer il celebre il ritornello " I love to love you baby" per incidere un brano che presto sarebbe diventato un classico.



-8 Dejà Vu 
- Anno 2006 - Album: B' Day

Per il primo singolo estratto da B' Day, Beyoncé torna a duettare con il marito Jay-Z in Dejà Vu. La canzone mischia R'n'B con influenze funky anni 70 in un esplosione di vitalità fin dalla prima nota. La cantante non si risparmia nemmeno per il video, dove tra un cambio d'abito e l'altro balla per l'intera durata della canzone.



-7 Irraplaceable 
- Anno 2006 - Album: B' Day

Sempre dallo stesso album proviene Irreplaceable, il vero tormentone del disco. Senza spingersi fino ritmi e alla potenza vocale di Deja Vu, Irreplaceable riesce a creare un mix perfetto tra slow e mid tempo R'n'B dall' incredibile radiofonicità. Uno dei brani più riusciti del disco e non a caso fu un successone incredibile.




-6 Countdown - Anno 2011 - Album: 4

Come rimanere impassibili davanti al ritmo travolgente di Countdown? Difficile da definire con poche parole, il brano mostra caratteri Pop, Raggae, Hip Hop e Funky. Direttamente dall'album 4, la canzone mostra una nuova maturità artistica per la cantante, che poi è il filo conduttore di tutto il disco. Il video della canzone è un tripudio di colori e vitalità.



-5 Halo
 - Anno 2008 - Album: I Am.. Sasha Fierce

La produzione di Ryan Tedder e la voce di Beyoncé si uniscono in Halo, la famosa ballad del suo terzo album. Pianoforte, corde e percussioni creano un atmosfera sublime che ben si sposa con il significato recondito della canzone. In queste canzoni si palesa l'animo più intimo della cantante.




-4 Crazy In Love - Anno 2003 - Album: Dangerously In Love

Non poteva mancare il singolo di debutto, Crazy In Love, la hit più conosciuta di Bee fino ad ora. Il brano non ha bisogno di particolari presentazioni, è stato il trampolino di lancio della carriera di Beyoncé ponendola fin da subito su un altro livello rispetto alla concorrenza. Non soltanto performance vocali ma carisma a non finire capacità di ballo non indifferenti. Il ritmo di questa canzone è trascinante.
Insomma, è l'esempio più lampante della Beyoncé popstar.




Entriamo in top 3 e il livello diventa veramente alto, siamo davanti a tre pezzi storici.

-3 If I Were A Boy - Anno 2008 - Album: I Am.. Sasha Fierce

Il primo è la bellissima If I Were A Boy, una ballata in cui l'interpretazione e la passione che Bee mette in ogni strofa sono indiscutibili. La canzone parla dei contrasti tra i sessi con una nota negativa nei confronti del comportamento degli uomini.
Lo stile principalmente pop con influenze soft rock è perfetto e arricchito da una performance vocale che solo una del calibro di Beyoncé riesce ad eseguire.




-2 Love On Top - Anno 2011 - Album: 4

Davanti a Love On Top si vede tutta la differenza tra Beyoncé e tutte le altre cantanti, trovare qualcuno che riesca ad eguagliarla sarà un impresa difficilissima.  Love On Top è un esempio perfetto di uptempo R'n'B, un brano in cui la passione si sente man mano che la voce di Bee sale, tono dopo tono in un climax che sembra non finire mai. Il tutto è accompagnato da un ventata di stile retro soul che ha portato molti critici a vedere in questa canzone una versione moderna della migliore Whitney Houston.



-1 Listen - Anno 2006 - Album: B' Day

L'apice della discografia di Beyoncé viene raggiunto con Listen, la canzone scritta e composta appositamente per la colonna sonora di Dream Girls, film in cui la cantante ha recitato nel ruolo di una delle protagoniste.
In questa power ballad Beyoncé tira fuori tutto quello che la sua splendida voce le permette in un tripudio di acuti pieni e vocalizzi che in molti hanno cercato di imitare senza però rendere onore alla splendida performance di Bee, da brividi. La canzone è diventata un classico, amatissima da chi apprezza la buona musica e sempre attuale nonostante siano quasi 10 anni da quando fu composta.


In conclusione queste sono le 20 canzoni che abbiamo scelto per rappresentare al meglio la decennale carriera di una delle cantanti più importanti dei nostri tempi. Ringrazio Matteo per avermi aiutato a stilare questa difficile top 20.

Fateci sapere cosa ne pensate!


Nessun commento:

Posta un commento