Ultime News

mercoledì 29 ottobre 2014

10 Canzoni per Halloween



 Terrificanti costumi incredibilmente verosimili che ti obbligano ad accendere un mutuo per comprarli, ondate di irritanti bamboccetti che si attaccheranno al citofono fin quando non li avrai rimpinzati di leccornie caria - denti, ridicoli film pseudo horror che canale 5 e Italia uno provvederanno a spacciare per Colossal senza tempo, nottate sprecate con un gruppo di pavidi amici a tentare di invocare gli spiriti delle vittime dell'ultimo "mirabolante" omicidio. Halloween è questo, e, nonostante anni fa qualsiasi italiano provasse ribrezzo al sol sentir nominare la suddetta parola, ora, sarà la crisi, sarà l'incoerenza di base del Bel paese, sarà che son tutti intenti a fare i razzisti tra di loro, Halloween è diventato trendy.

 Per quanto mi riguarda, fin da piccolo le "forze delle tenebre" hanno sempre esercitato un certo fascino su di me, e, pur ca ** andomi in mano di fronte ad un qualsiasi film da bollino giallo, la mia natura controversa mi ha spinto ad apprezzare le storie tenebrose di fantasmi, vampiri ( tutte tranne Twilight ) mostri, esseri dell'oltretomba, cimiteri e tutto ciò che riguardi l'aldilà. Per tutta questa lunga serie di ragioni, ho deciso di 1) festeggiare Halloween ogni anno con i miei amici più intimi e 2) comporre una playlist contenente i migliori brani che alimentino la sensazione di paura di cui è pregna l'atmosfera di Halloween.  Purtroppo per voi, in questo post, elencherò solamente le dieci immancabili tracce del terrore. Buon ascolto e Buon Halloween !

10) This is Halloween - Nightmare Before Christmas: Mai potrei dimenticarmi di osannare il signor Burton a pochi giorni da Halloween, e, citare, per questa occasione, uno dei suoi capolavori. Si tratta pur sempre di un film animato, ma è denso di materiale horror e il gusto gotico del regista prende ampio respiro senza mai andare oltre le righe. E' per questo che  anche la colonna sonora risulta azzeccatissima per l'evento. Un brano soft per un'apertura epica e divertente.




 9) X Files Theme: Un brivido mi ripercorre la schiena e i ricordi di un 'infanzia traviata riaffiorano nell'inconscio: mia madre che mi trascina sul divano, "fammi compagnia" diceva, " ci vediamo un bel film". E poi partiva il mio incubo, questa sigla terrificante. Le mie paure si facevano solide su quello schermo, tentavo di nascondermi tra i cuscini del divano e il corpo di mia madre, fin troppo catturata dall'ipnotica melodia per accorgersi del danno cerebrale che mi stava infliggendo.
Ok, il mio momento da Edgar Allan Poe l'ho avuto. Scherzi a parte, se volete tremare, questa sigla è indicatissima.





8) L'esorcista - Goblin: Si passa da sigla a sigla, dopotutto come potevano mancare i Goblin in questa playlist? La mia visione dell'esorcista è stata tutto meno che segnata dal terrore, per vari motivi, ma il ricordo della sigla ( notissima ) plana su di me come un corvo su una carcassa e mi avvolge nel suo manto di puro terrore. Forse, azzardo, ora come ora, terrorizza più la sigla che il film stesso, probabilmente a causa dell'eta che pesa sulla pellicola, un'eta che la rende poco attuale in un'era in cui i film sono quasi devastati da esorbitanti effetti speciali.




7)Mr Crowley - Ozzy Osburne: se a livello cinematografico il dio delle tenebre può essere considerato Dario Argento, a livello musicale il trono sicuramente spetta al signor Osburne: inquietante come pochi in questo campo, non tanto a causa delle bizzarrie a cui ci ha abituato, ma probabilmente per l' atteggiamento, oscuro e  al contempo pieno di tagliente ironia. In una playlist di questo tipo, Ozzy non può mancare. Da notare l'organo che apre il brano, come fosse una cerimonia funebre. Orgasmico!



 6)Thriller - Michael Jackson: innegabile l'impatto che ha avuto sulla cultura pop occidentale il video registrato per l'ultimo singolo dell'omonimo album. Il genio di Landis mise mano su questo succulento quanto terrificante prodotto che ancora oggi viene omaggiato e riproposto nelle più svariate occasioni. Chi non ha mai cercato di emulare i passi del magnifico M.J ? Chi riesce a trattenere un sobbalzo al sentire la gelida risata di Vincent Price? Un vero classico senza tempo.


5) Sympathy for the devil - Guns n' roses ( cover ): paura del diavolo? Tranquilli, ci pensa Axl  a farvela passare ( come no! )! Più inquietante di un camposanto in una notte di luna piena, Axl incarna il diavolo meglio di come lo stesso Mefistofele avrebbe saputo fare: sarà la sua voce grondante di materia infernale, saranno le sue movenze serpentine... non si sa, ma l' aspetto demoniaco che ha saputo aggiungere Rose al pezzo, i Rolling Stones non erano nemmeno riusciti ad immaginarlo. Si tratta comunque di due versioni del brano assolutamente differenti già soltanto per le intenzioni della band di Slash.


4)Welcome to my nightmare - Alice Cooper
: Altro immenso artista ricordato anche per la sua passione per il gotico. Welcome to my nightmare apriva il suo primo album da solista e spesso ora viene ricordato come uno dei pezzi simbolo. Cooper si muove con perfidia e amore per il soprannaturale in questo pezzo che oscilla tra il progressive e il glam rock, senza dimenticare le leggere  e vaghe spruzzate di dance che forse anticipavano la prossima era. Ad Halloween questo pezzo è d'obbligo.


3)Profondo rosso - Goblin: Tornano i Goblin, fedeli compagni dell'osannato dio delle tenebre, il soprannominato Dario Argento. Fu una delle prime collaborazioni, quella per Profondo rosso, film che segna il passaggio di Argento da un genere ( il thriller ) ad un altro ( l'horror ). Io ho visto il film ben più di un misero paio di volte, quantità che non ti permette di assaporare appieno della bellezza intrinseca di questo capolavoro, e, pur non essendo propriamente un horror, è riuscito a mettermi in uno stato di angoscia veramente mai provato, a questo ha sicuramente contribuito la colonna sonora, che, come già detto, in questi film pesa veramente molto. Insomma, inutile dire che questo pezzo in particolare si sia incollato all'immaginario collettivo molto più di altri del suo genere. Un vero classico senza tempo. Da brivido, per giunta!




2) Bloody Mary - Lady Gaga:  la nostra Germanotta ci catapulta in un'atmosfera religiosa popolata da creature spettrali. E proprio da degna fan del gusto gotico sceglie di inserire nel testo pezzi in lingua francese ( l'interesse per gli stati cattolici era grande per i romanzieri gotici a causa dei misteri tenuti nascosti dalla chiesa vaticana, manco a dirlo ). La sensazione di essere in una dimensione parallela è alimentata dall'uso sensazionale che fa Gaga del suo strumento vocale, passando da un registro basso  a urla malinconiche, sussurri in lingua francese e leggiadre note da registro medio. Un pezzo spettrale tutto da ballare.



1) Electric Funeral - Black Sabbath: Un disastro nucleare, pari a quello di Chernobyl, si abbatte sulla terra e i Black Sabbath ci tengono a descrivere con gusto drammatico e forte amore per i dettagli tutte le conseguenze. E' un monito, un avvertimento, oppure semplice congettura fittizia? Non ci è lecito saperlo. Il pezzo risulta incredibilmente coinvolgente e grazie all'abbondante uso della distorsione per la chitarra si inserisce perfettamente nell'atmosfera apocalittica tanto minuziosamente descritta. Pezzo perfetto per la notte
dei fantasmi.

  i.

Nessun commento:

Posta un commento