Ultime News

lunedì 26 ottobre 2015

X FACTOR 9 (LIVE SHOW 1) - LE PAGELLE


Analizziamo passo passo le esibizioni dei 12 concorrenti del primo live show della nona edizione di X Factor.
In collaborazione con la pagina Facebook "Recensiamo musica".


BAND:


1) URBAN STRANGERS - Breakfast in America
Sono un duo semplice, che non mira all'esagerazione, ma contemporaneamente efficace e con un progetto discografico valido e contemporaneo. Sono freschi, con un'immagine ben chiara e visivamente fotogenici. L'esibizione migliore della puntata appartiene a loro. Chitarra e voce unite in un mix esplosivo. Non c'è da stupirsi se resteranno i superfavoriti dell'edizione.
VOTO: 9 +


2) MOSEEK - Don't Wait
Nonostante Fedez abbia assegnato loro un brano consono al loro genere, ma non di facile appiglio sul pubblico generalista, i Moseek restano uno dei più interessanti concorrenti della competizione. Hanno stile, un'immagine notevole e un'elettronica unita ad un rock di ottima fattura. La gavetta si fa sentire: sanno come si fa la musica e regalano, infatti, un'esibizione magnetica. Meritano di andare molto avanti nella gara.
VOTO: 9


3) LANDLORD - Iris
Il loro punto di forza sta nello stile, un po' deep, dream pop, un po' indie-rock d'atmosfera, capace di far sognare. Meritano molto. Sarà l'assegnazione non giustissima ma la sensazione è che possano fare molto di più. Un sound particolare su cui puntare.
VOTO: 8

OVER:


1) DAVIDE SCIORTINO - Play That Funky Music
Ottimo esordio per uno dei migliori concorrenti della stagione, un professionista con un'imma gine che non guasta che regala esibizioni costanti, dotate di un bel groove e di un timbro funky-soul. Si tratta di un progetto discografico che se ben curato può dare i suoi frutti. Complimenti anche ad Elio che ha saputo mettere in luce le sue doti senza snaturarlo. 
VOTO: 9


2) GIÒ SADA - The Real Me
Un gran bell'esordio per il rock melodico di Giò: un timbro squillante, limpido, diretto, accompagnato da una forza espressiva e da una grinta senza eguali.
VOTO: 8/9


3) MASSIMILIANO D'ALESSANDRO - Terra mia
Un'immagine non perfetta a servizio di una voce country con venature cantautorali giusta per regalare emozioni. L'esibizione sul brano di Pino Daniele è risultata intensa al punto giusto, ma l'incognita riguarda il suo futuro discografico. Non ha fatto la peggior performance, ma discograficamente è il meno spendibile dei 12, per cui l'eliminazione non è stata poi così scandalosa. 
VOTO: 7 1/2

UNDER UOMINI


1) LEONARDO DRAGUSIN - Red
Una delle voci più classiche della competizione appartiene senza dubbio a Leonardo. Forse non così riconoscibile è molto dotato sia vocalmente che emotivamente. C'è stata qualche leggera imprecisione nella sua performance, ma essendo la prima puntata ci sta tutta la tensione. Da lui ci si aspetta molto, ma per ora un inizio discreto. 
VOTO: 7 1/2


2) LUCA - Stole The Show
Consolidatosi ormai come il teen idol di quest'edizione è caratterizzato da un bellissimo timbro granulato e un po' nasale. Forse un po' acerbo, ma si è esibito con un buon risultato. 
VOTO: 7


3) EVA - Per me è importante
Eva è un paroliere, trasmette ciò che ha da dire attraverso una voce dolce e sfumata. Mi aspettavo di più, ma il risultato complessivo non è da buttare. L'interpretazione c'era, la voce un po' meno, ma non meritava di andare in ballottaggio. 
VOTO: 7 -

UNDER DONNE

1) MARGHERITA PRINCIPI - Every Breath You Take
Un'altra delle punte di diamante di quest'annata è senz'altro la sedicenne di Pesaro, che regala un'esibizione molto intensa e precisa. Come detto dai giudici, sarebbe bello rivederla nella semplicità emotiva dei provini, senza fronzoli e senza arroganza.
VOTO: 8




2) ELEONORA ANANIA - Dedicato



Senz'altro è il personaggio di quest'edizione: il suo punto focale sta nell'interpretazione e nella grinta che tira fuori da dentro, persa un po' in quest'esibizione a favore di un perfezionamento vocale ai miei occhi quasi inutile. Solo da metà pezzo in poi è uscita completamente la sua vena da interprete. Il pezzo e il percorso che Skin ha scelto per lei la rispecchia del tutto, ma attenzione a non ricadere nell'ovvio. Il brutto verrà se andrà molto avanti a discapito di persone che meritano più di lei. Per ora ci si può accontentare, ma mi aspetto un ritorno al cuore mostrato nei bootcamp.

VOTO: 6 1/2


3) ENRICA TARA - Heaven

Ha una bellissima presenza e un timbro grave notevole che coi pezzi giusti può spaccare. Purtroppo questo era un pezzo molto difficile, e la sua mancanza di estensione le ha causato delle imperfezioni. Peccato.
VOTO: 6

MIGLIORI ESIBIZIONI:
1) Urban Strangers
2) Davide Sciortino/Moseek
3) Giò Sada

PEGGIORI ESIBIZIONI:
1) Enrica Tara
2) Eleonora Anania
3) Eva

Nessun commento:

Posta un commento