Ultime News

venerdì 22 gennaio 2016

Intervista a Mahmood

Mahmood gareggerà al Festival Di Sanremo con il brano "Dimentica" nella categoria "Nuove Proposte". Qui potete leggere l'intervista in esclusiva per PopUrself.


Intervista a cura di Mario Cascone

Ciao Mahmood, il tuo brano "Dimentica" gareggerà alla 66° edizione del Festival Di Sanremo nella categoria "Nuove Proposte". Quali sono le tue emozioni a caldo con il festival alle porte?

Per quel che riguarda, questo Festival cerco di pensarci il meno possibile anche perché sono un tipo abbastanza paranoico, quindi cerco di tenere tutta l'emozione fino alla settimana di fuoco.

 Parlaci, adesso, un po’ del tuo singolo.

Il mio brano si chiama Dimentica. L' ho scritto un anno e mezzo fa alla fermata metro di Milano Loreto sul cellulare dopo una lezione un po' deprimente. Questo è un brano autobiografico che parla di me, del mio percorso sia personale che musicale fino ad oggi.

Quando pubblicherai il tuo primo album? Hai già qualcosa pronto?

Per quanto riguarda l'album è ancora tutto in fase d'elaborazione. In questi ultimi due anni ho scritto tanto, quindi il materiale c'è e presto potrò condividerlo con voi.

Hai firmato un contratto con una delle case discografiche più importanti al mondo, ovvero l'Universal . Quali emozioni hai provato quando hai firmato sulla loro storica lavagna, tra i nomi di grandi BIG internazionali come Mika e Zedd?

Inizialmente a leggere tutte quelle firme mi sentivo un po' a disagio, poi come si dice : "mi son lasciato prendere la mano".



Quali artisti nel campo musicale e letterario pensi abbiamo avuto maggior influenza su di te?

Amy Winehouse, Raymond Carver, the Fugees, Paolo Conte.

Nel 2015 hai pubblicato il singolo "The Chair" in lingua inglese. I pezzi del tuo album seguiranno la sua scia? Ci saranno altri pezzi in inglese?

Ultimamente mi sono concentrato molto su pezzi in italiano, perché mi è più facile trovare il dettaglio di ciò che sto descrivendo, ma l'inglese è una lingua a cui sono troppo affezionato quindi nulla è perduto.


Come giudichi la tua esperienza ad X-Factor?

La mia esperienza ad X-Factor la vedo come una prova affrontata egregiamente. Ero un ragazzo di 18 anni a cui piaceva cantare. Quell'esperienza mi ha dato modo di sapermi misurare con un grande palco e mi ha fatto capire che per fare musica ad alti livelli a volte si scende a compromessi che vorresti evitare.

Chi tra i BIG di quest'anno al Festival ti incuriosisce e/o ti piace?

Sono molto curioso di sentire i brani di Neffa e dei Bluvertigo.


In bocca al lupo per Sanremo e grazie per la tua disponibilità dallo staff di PopUrself.

Nessun commento:

Posta un commento